Philip Seymour Hoffman: speciale Schegge

il

pshstar

Sulle tracce di Philip Seymour Hoffman…

Philip Seymour Hoffman è nato a Fairport (New York-USA) il 23 Luglio 1967. Inizia la sua passione studiando arte drammatica a New York e si diploma nel 1989. Sua madre è un magistrato e suo padre è un manager della Xerox, ha tre fratelli ed è sposato con Mimi O'Donnell (costumista). Il suo debutto è in una serie tv intitolata "Law & Order- I due volti della giustizia" e arriva al cinema con l' apparizione in "Triple Bogey on a Par Five Hole" nel 1991. Il suo primo grande titolo è "Scent of a woman- Profumo di donna" del 1992 con Al Pacino. Il regista Paul Thomas Anderson comincerà a farlo recitare nei suoi film consacrandone il talento (Boogie Nights; Magnolia; Ubriaco d'amore). Prosegue anche la sua carriera nel mondo teatrale, Philip è regista e direttore artistico della LAByrinth Theater Company. La sua prima regia cinematografica è del 2010 con "Jack goes boating".


 

 

pshfinale

La carriera cinematografica

TITOLO ORIGINALE TITOLO ITALIANO ANNO NOTE
Triple bogey on a Par Five Hole 1991
Szuler 1992
My new gun 1992
Leap of faith Vendesi miracolo 1992
Scent of a woman Profumo di donna 1992
Joy Breaker 1993
My boyfriend’ s Back 1993
Money for nothing Milionario per caso 1993
The getaway Getaway 1994
When a man loves a woman Amarsi 1994
Nobody’s fool La vita a modo mio 1994
The fifteen minute Hamlet 1995
Hard eight Sydney 1996
Twister Twister 1996
Boogie NIghts Boogie Nights- L’ altra Hollywood 1997
Montana 1998
Next stop Wonderland Prossima fermata Wonderland 1998
The big Lebowski Il grande Lebowski 1998
Happiness Happiness 1998
Patch Adams Patch Adams 1998
Flawless Flawless- Senza difetti 1999
Magnolia Magnolia 1999
The talendet Mr. Ripley Il talento di Mr. Ripley 1999
State and Main Hollywood, Vermont 2000
Almoust famous Quasi famosi 2000
Love Liza 2002
Punch-drunk love Ubriaco d’ amore 2002
Red dragon Red dragon 2002
25th hour La 25a ora 2002
Owning Mahowny 2003
Could Montain Ritorno a Could Montain 2003
Along cama Polly … e alla fine arriva Polly 2004
Strangers with Candy 2005
Capote Truman Capote: A sangue freddo 2005
Mission: Impossible III Mission: Impossible III 2006
Before the devil knows you’re dead Onora il padre e la madre 2007
TheSavages La famiglia Savage 2007
Charlie Wilson’ s war La guerra di Charlie Wilson 2007
Synecdoche, New York 2008
Doubt Il dubbio 2008
Mary and Max 2009 (voce)
The boat that rocked I love Radio Rock 2009
Jack Goes boating 2010
The ides of March Le idi di Marzo 2011
Moneyball L’ arte di vincere 2011
The Master The Master 2012
A late quartet Una fragile armonia 2012
The Hunger games: Catching fire Hunger Games: La ragazza di fuoco 2013
God’s Pocket 2014
A most wanted man 2014

Da Youtube, il video della consegna dell’ Oscar a Philip S. Hoffman per “Capote”

 


Premi e Candidature (lista parziale)

2000   Satellite Awards Miglior attore in musical o commedia “Flawless- Senza difetti”

2005   Premio Oscar miglior attore protagonista “Truman Capote- A sangue freddo”

2005   Los Angeles Film Critics A.A. Miglior attore “Truman Capote- A sangue freddo”

2005   Satellite Awards “Truman Capote- A sangue freddo”

2006   Golden Globes miglior attore drammatico “Truman Capote- A sangue freddo”

2006   National Society of Film Critics Awards USA Miglior attore “Truman Capote- A sangue freddo”

2006   BAFTA Awars miglior attore protagonista “Truman Capote- A sangue freddo”

2008   Nomination Oscar miglior attore non protagonista “La guerra di Charlie Wilson”

2008   Nomination Golden Globes “La guerra di Charlie Wilson”

2008   Nomination Golden Globes “La famiglia Savage”

2009   Nomination Oscar miglior attore non protagonista “Il dubbio”

2009   Nomination Golden Globes “Il dubbio”

2012   Coppa Volpi Venezia Miglior interprete maschile


 

 

psh fine2

La nostra recensione su “Jack goes boating”, diretto da Philip Seymour Hoffman.

USA, 2010  Con Philip Seymour Hoffman, John Ortiz, Amy Ryan, Daphne Rubin-Vega

Jack ha un solo amico e ha sempre la musica (nelle cuffie), è un quarantenne ingenuo e non corrotto dalla società, è solo, ma ha la possibilità di conoscere una donna con cui potrebbe star bene. Cercherà di “prepararsi” ai futuri appuntamenti galanti imparando a nuotare, a cucinare… La prima regia di Philip Seymour Hoffman è una gradita sorpresa, il talento dell’ artista di Fairport si rivela anche come autore, con un film intelligente, garbato ed umano. JACK GOES BOATING ha il respiro del grande cinema, sorvola i clichè delle storie d’ amore cogliendo alla perfezione i tempi, i dialoghi e la recitazione, proponendo dei personaggi ricchi di sfumature, sempre con uno stile agrodolce. Un gioiello.


 

 

Intervista per “The Master”…  

 


La scomparsa improvvisa

 

2 Febbraio 2014.

Sul web arriva la bruttissima notizia che Philip Seymour Hoffman è stato trovato morto a casa sua per un’overdose da eroina. Il mondo del cinema perde uno dei migliori attori in circolazione (il nostro preferito in assoluto e l’unico che Schegge seguisse regolarmente). A soli 46 anni lascia questo mondo dopo aver mostrato la sua immensa capacità d’interprete.

 

Estratto dalla notizia dell’ ANSA:

Hollywood e’ sotto shock: Philip Seymour Hoffman , il premio Oscar per “Capote‘, è stato trovato morto nel bagno al quarto piano del suo appartamento del West Village. Probabile overdose, ha sentenziato la polizia. Era stato un amico, preoccupato perche’ non riusciva a raggiungerlo, a scoprire il cadavere dell’attore a meta’ mattinata, la siringa apparentemente ancora infilata nel braccio, vicino al cadavere fiale contenenti eroina. Hoffman, proprio come l’autore di A Sangue Freddo che nel 2006 gli aveva fatto vincere gli Academy Awards, aveva avuto in passato gravi problemi di droga e nella primavera 2013 si era fatto ricoverare una decina di giorni in riabilitazione per abuso di eroina: “Ero caduto dal carro”, aveva spiegato in una intervista, dopo essere rimasto “pulito” per 23 anni. Da allora pareva che tutto fosse tornato a posto visto che l’attore stava per imbarcarsi per un nuovo set in Europa. Una piccola folla si e’ radunata sotto la casa al numero 35 di Bethune Street, subito cordonata dalla polizia. Un uomo ha deposto una rosa rossa sui gradini dell’edificio. Increduli gli amici: “L’avevo visto questa settimana in strada, dopo che aveva lasciato le figlie alla nostra scuola. Mi sembrava in forma, sono senza parole”, ha commentato su Twitter Richard Turley, direttore creative di Business Week. Legato da anni alla costumista Mimi O’Donnell, Hoffman aveva due bambine, di otto e sei anni e un maschietto di dieci. Sotto shock e listati a lutto i commenti su una sponda e sull’altra dell’Atlantico: la notizia ha raggiunto molti vip mentre si recavano allo stadio per il Superbowl, l’evento sportivo per cui l’America si ferma e che quest’anno si gioca per la prima volta a East Rutherford di fronte a New York.
pshoffman4

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...