“Zan (Killing)” – Shinya Tsukamoto

il

zan

Tsukamoto ci porta all’epoca dei samurai : Un uomo sta reclutando dei guerrieri per lo shogun e s’imbatte in un giovane molto abile, ma con la paura di uccidere. Da Shinya Tsukamoto ci aspettavamo di più. Poteva immergersi in un contesto per lui inedito e tirare fuori un mondo e invece rimane sottotono. Poco riflessivo, poco dinamico, ZAN possiede soltanto barlumi dell’autentica ispirazione tsukamotiana. Ci sono inquadrature d’effetto e momenti ipnotici apprezzabili, ma la messinscena è approssimativa e la sceneggiatura non lascia il segno.

Scheggiometro:

2

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...