Da Joseph L. Mankiewicz

  “Per scrivere la sceneggiatura di un buon film ci vogliono due anni, per girarla due mesi, per effettuare il montaggio due settimane, per dare gli ultimi ritocchi due giorni, per vederla due ore, e per dimenticarla due minuti.” Joseph L. Mankiewicz

“Manta ray” – Phuttiphong Aroonpheng

Ingresso n.1239 del 12 Set 2019 al Nuovo Aquila. Un pescatore trova un uomo in fin di vita all’interno di una foresta… Debutto che arriva dalla Thailandia, premiato anche a Venezia. Un cinema in grado di disorientare; trascendentale, con composizioni figurative dalla forza straordinaria. Un parabola criptica, forse a tratti acerba, ma di assoluto valore….

“Blue” – Slava Petrov

Il rosso e il blu si susseguono. Il corpo di Liya Silver è prorompente, cerca di uscire dalla gabbia-schermo. L’ideatore è Slava Petrov, un filmaker di arte erotica che viene dalla Russia. Ha collaborato anche per “Playboy”. Link per il video Scheggiometro:              

“Le sang des betes” – Georges Franju

Georges Franju gira nel 1949 questo cortometraggio di venti minuti. Siamo alle porte di Parigi, vediamo la gente vivere la  quotidianità e poi ci vengono aperti i cancelli di alcuni  mattatoi. Il film ci avvicina al lavoro svolto dentro questi macelli, dove gli animali vengono uccisi e squartati. Una musica struggente, una voce delicata fuori…

“Norte, the end of history” – Lav Diaz

Lav Diaz torna al colore e a Dostoevskij. Ancora un colpevole che paga ingiustamente per un delitto. 250 minuti. Le Filippine senza giustizia sono mostrate con disperazione, ma con una fotografia che illumina questo malessere. Una macchina da presa alla massima espressività, dove alcune inquadrature tolgono davvero il fiato. NORTE, THE END OF HISTORY (2013)…

“The boy who chose the earth” – Lav Diaz

Ecco l’opera più “corta” di Lav Diaz; neanche due minuti. È stata girata per la Viennale del  2018. Il festival assegna ogni anno una sorta di trailer a un regista differente. THE BOY WHO CHOSE THE EARTH narra di un bambino rimasto solo sulla Terra mentre i suoi genitori sono partiti per un altro pianeta….

“Joker” – Todd Phillips

Ecco il film sul rivale di Batman. Non è un cinecomic, ma un film d’autore, così ce lo presentano. Standing ovation del pubblico e Leone d’oro a Venezia. Non mi ha convinto. Un (gran) film mancato, ma di parecchio. Poca forza drammatica, e scarsa empatia con i personaggi. La città è in mano a ragazzini…

“Curfew” – Shawn Christensen

Cortometraggio del 2012 premiato con l’Oscar. Scritto, diretto e interpretato da Shawn Christensen. Un uomo sta per suicidarsi e una telefonata all’improvviso cambia tutto… Sublime e perfetto. 19 minuti ricchi di emozioni. E’ stato girato anche in versione lungometraggio. Scheggiometro:

“Sound & Fury” – Jumpei Mizusaki

2019. Il nuovo album di Sturgill Simpson in un video di 41 minuti tra animazione giapponese  e frammenti live-action. Episodi (video) creati da vari Studi con nomi anche notevoli, per un’operazione dai risultati dubbiosi. Retrofuturismo, steampunk, psichedelia. Il tutto abbinato alla musica del cantante americano (in una veste rockeggiante). Distacco totale; gira a vuoto. Scheggiometro:

TOP 5 Visioni HV -Settembre 2019-

TOP 5 delle Visioni Home Video di questo mese (film, serie, anime, corti)   1   Undone   2019  Hisko Hulsing   (serie TV, anim.) 2      Il Barone di Munchausen    1961   Karel Zeman   (film) 3   They have escaped   2014  Jukka-Pekka Valkeapaa   (film) 4   Asparagus   1979   Suzan Pitt   (corto) 5   La febbre degli scacchi   1925  Vsevolod…

Teyonah Parris

Femme Fatale 02     Personaggio: Lysistrata Attrice: Teyonah Parris Anno di nascita e Nazione: 1987 / USA Film: Chi-Raq (2015) Schegge: Entra nella galleria una forza della natura, capace di ribaltare per una giusta causa, tutto e tutti. S’inventa uno sciopero del sesso…  

Zdzisław Beksiński

Zdzisław Beksiński (1929-2005) è uno tra i maggiori artisti polacchi della storia. Ha cominciato come fotografo per poi passare alla pittura e concludere con il digitale. Visioni di un inferno, forse “conosciuto” dopo il coma in seguito a un incidente. Spettrale, apocalittico, incantevole. Una vita sfortunata; perse moglie e figlio, nel giro di due anni….

“La febbre degli scacchi” – Vsevolod Pudovkin

URSS, 1925   (19 min.) Presentazioni: Opera celebrativa del torneo di scacchi del 1925 a Mosca Tracce:  Un uomo è talmente preda del gioco degli scacchi che dimentica il suo matrimonio… Visioni: Pudovkin, figlio di contadini, contribuirà assieme a Ejzenstejn e a Alexsandrov al “Manifesto dell’Asincronismo”. Qui dirige una commedia divertente, sull’ossessione del gioco che contamina tutti, fino ad…

“Burning” – Lee Chang-dong

Ingresso n.1237 del 24 Set 2019 all’Eurcine. La vita di Jong-su s’infittisce di emozioni e misteri dopo aver incontrato una ragazza di cui s’innamora… Tratto da un racconto di Murakami, BURNING ha il dono di cogliere le sensazioni dei personaggi e di trasmetterle con un rigore che disorienta. Una trama ricca di elementi fluttuanti, piena…

“Runin- The ronin in the ruined city” – Tetsuya Saruwatari

Due volumi raccolti in un cofanetto per l’opera di Tetsuya Saruwatari del 2015. Una storia di samurai in un futuro post-apocalittico, dove Manhattan è contesa da bande senza scrupoli. Molti combattimenti, qualche citazione dal Bushido, un intreccio basilare; RUNIN non sconvolge molto nella storia del manga, risulta scorrevole e disegnato molto bene, ha un potenziale…

“BoJack Horseman” – Raphael Bob-Waksberg

BoJack Horseman è una serie animata giunta alla quinta stagione. Ideata da Raphael Bob-Waksberg nel 2014, ha per protagonista un cavallo (antropomorfo), famoso per la vecchia sitcom televisiva “Horsin’ Around” e ora costretto a rimanere a galla nello spettacolo e nella vita. I temi maturi di questa produzione, tra cui una satira feroce sul mondo…

“Il demone” – Jun’ichiro Tanizaki

Reduce dal notevole “Morbose fantasie”, ho letto anche questo breve racconto di Tanizaki del 1912. Descrive una manciata di personaggi in conflitto con il proprio demone… Pizzico di delusione; le 70 pagine non spiccano il volo, facendo rimanere la storia su toni vaghi. Poteva essere incluso in un’antologia. Scheggiometro: